Tired of Boys? Try a Man!

L’irresistibile fascino del brizzolato in 9+5 storie

L

Capita che conoscenti mi chiedano dettagli sul mio stile di vita, dopo avermi visto con diverse ragazze di 15-20 anni più giovani di me. Per molti di loro è qualcosa di strano, non comune. Provo a spiegare che è una cosa naturale e molto diffusa. Una possibilità da esplorare. 
Parecchie persone, allora, derubricano la cosa come una mia stranezza, o la attribuiscono ad alcune caratteristiche particolari:

«Sì, ma tu hai i soldi».
«Sì, ma tu hai dei bei lineamenti».
«Sì, ma tu hai qualche problema! Di cosa parli con una ragazzina?» N.B. Questo lo dicono tutte le donne over 30, chissà perché… 🙂
Ecc. ecc.

All’inizio pensavo di essere un’eccezione: magari il mio era un comportamento tipicamente milanese. Poi ho fatto una veloce ricerca in rete, cercando esperienze realmente vissute.
Ho trovato una miniera.
E non nella copertura di facciata delle testate giornalistiche…
Ma nei commenti.
Nel lato più vero e autentico della rete.

La società ha incollato il poster del principe azzurro Disney sullo specchio delle giovani donne, per farle sentire sbagliate se sono attratte da un uomo che ha 20 anni in più di loro.

Queste confessioni sono piccoli spiragli di vita rivelati, in un lampo di verità. 
Parafrasando una frase che si leggeva sui muri negli anni ’80:
senior è naturale!

Quindi questa volta non parlerò di storie che mi riguardano, non farò scrivere le mie ragazze/amiche, né racconterò di persone con cui sono venuto in contatto. 
Riporterò solo le esperienze trovate in rete, di gente che non conosco.
Alcune sono al limite, con differenze di età molto pronunciate, decisamente superiori alle mie. E proprio per questo sono indicative di qualcosa di radicato, atavico, che è nel profondo di molti di noi.

Nota importante: moltissime storie provengono da questo articolo, di Margherita.net.

Le Testimonianze

Anche io, come voi, da un paio di anni mi sono accorta di essere interessata a uomini molto più grandi di me… Ho 17 anni e mi sono infatuata di vari amici di famiglia (tutti sui 40 anni), poi per un periodo ho perso la testa per il mio professore di cinema, che ha 43 anni, e sono arrivata a mandargli parecchi sms per fargli capire il mio interesse.

Le mie amiche dicono che non è normale una cosa del genere, perché dovrebbero interessarmi i ragazzi della mia età. Ora io mi sto frequentando con un ragazzo di 19 anni. Ma poi, qualche giorno fa, tramite chat ho conosciuto un uomo di 39 anni e ho subito perso la testa per lui.

Lo trovo attraente, sensuale, affascinante. L’idea di poter avere una relazione con lui mi fa impazzire. Ma non so cosa fare. Lui non sa che ho 17 anni, crede che io ne abbia 22. Cosa devo fare?

Jessica

L’altra sera mi è capitato qualcosa di surreale:  sono un uomo 46 anni, imprenditore, separato, ma attualmente convivente con una compagna. Non sono un figo, però porto bene i miei anni. Viaggio tantissimo per motivi professionali e di recente mi è capitata una cosa che non mi sarei mai aspettato, eppure sono uno che ha vissuto tante esperienze con le donne.

Mi imbarco in aereo dalla Puglia, direzione Lombardia. Sulla mia fila di poltrone (3 posti) sono seduto vicino al finestrino, e poco dopo una bella ragazza, molto giovane (che onestamente non ho guardato più di tanto), si siede, lasciando la poltrona centrale vuota.
Dopo le classiche raccomandazioni di rito del personale di bordo, l’aereo comincia a muoversi e questa ragazza mi chiede se io avessi paura di volare. Le rispondo di no, e mi informo se lei ne avesse: mi confessa che è un po’ tesa, così le consiglio di rilassarsi, respirare con calma e godersi il panorama, e per distrarla le racconto un aneddoto dei miei primi viaggi aerei. Inizia così una piacevole chiacchierata, intervallata da notizie geografiche su dove ci troviamo in quel momento.

Dopo circa mezz’ora, questa ragazza si slaccia la cintura di sicurezza e si viene a sedere accanto a me, perché dice che vuole vedere il panorama. Fino a qua tutto ok.
Ad un certo punto questa ragazza — e vi garantisco di non essere stato per nulla malizioso o provocante, visto che avevo scoperto avere solo 23 anni (ho un figlio di 20) — mentre guarda il panorama si inizia a strusciare sul mio corpo, facendomi sentire i suoi seni . Tra me e me, mi dico che sono un pervertito e faccio finta di niente! Dopo un po’ lei inizia ad accarezzarmi le gambe. Tra una risatina e una battutina le chiedo di smetterla perché , testuali parole, «mi potrei eccitare».

La ragazza, che per convenienza chiameremo Barbara, continua imperterrita a dialogare con me e ad accarezzarmi. La lascio stare, distraendomi con la lettura.
In fase di atterraggio, vengono spente le luci per motivi tecnici e rimaniamo nella penombra. Barbara mi si avvicina, ringraziandomi per la compagnia e le risate che le avevo fatto fare durante il viaggio e, brutalmente, mi chiede «almeno un bacio».
Non sono riuscito a resisterle e ci siamo baciati più volte, fino all’atterraggio.
Prima di uscire, mi ha chiesto di accendere il telefono e mi ha fatto uno squillo, perché io la cercassi.
In questo periodo ci siamo sentiti qualche volta con un paio di sms, e mi ha chiesto di rivedermi, anzi… mi ha proposto di tornare in aereo con lei per il giorno del suo rientro.
Sono molto combattuto, ma onestamente anche molto attratto da questa avventura, così “strana”. Se fosse capitata con una mia coetanea… sarebbe stata una delle tante. Ma Barbara… voi che dite?

Viaggiatore
Che Manzo 😉

Io preferisco gli uomini maturi perché mi sento protetta… stare con una persona più grande (ad esempio io ho 18 anni e mi piace da morire un ragazzo di 37 anni) è come uscire con un fratello maggiore… ti rassicura… se ti senti poco bella ti dà molta autostima avere relazioni con un uomo avvenente, piuttosto che mortificarti con un 20enne o 18enne che appena vede capelli biondi ti lascia…
Un uomo grande è saggio, protettivo… ti sa ascoltare in ogni momento, parla di cose serie, sembra quasi spaventato dall’idea di desiderarti…

Lolita

Ragazzi, ma in intimità come ci si sente a stare con un uomo maturo?
questo mi preoccupa un po’…

Sara

È una favola, estasi assoluta!

ELI

Ecco qua! Presa in causa immediatamente…
In parte sono contenta di non essere sola.
Da sempre ho subito il fascino di ragazzi molto più grandi di me, che ora — essendo grande anche io (22 anni) — sono in realtà uomini.
La prima volta che provai attrazione, e sembra assurdo da dire, fu per un animatore di 22 anni, quando io ero davvero una bambina (8 anni)…
Poi a 15 ho avuto una storia con uno di 40, a 17 con uno di 38, a 18 con uno di 44 per arrivare al top l’estate passata a 22 anni con uno di 50 e ora mi fa impazzire l’idea di poter uscire con un mio docente di 48 anni.
Mi ha invitata a pranzo fuori, ma ho rifiutato perché mi sono imposta di mettere la parola “punto” a situazioni simili. Però non faccio che pensare a lui, lo sogno la notte… una vera ossessione, credetemi. Lui è meraviglioso: sensuale da morire, dovreste vedere come cammina.
Veste alla perfezione, ha un profumo fantastico e un fisico da fare invidia a qualsiasi mio coetaneo. Fa arti marziali, adora viaggiare, ama i sapori esotici e mediorientali… se solo fossi nata qualche anno prima… aiuto! Direi di essere cotta di lui. Ora, probabilmente, rifiutando di uscire con lui, non mi contatterà più. Forse è meglio così. Ma credetemi: gli uomini maturi sono tutta un’altra storia…

AISHWARYA RAI

Ragazze, amiche care… ma perché non vivete la vita con serenità?! Shakespeare diceva «Ama, ama follemente e se ti dicono che è peccato, ama il tuo peccato e sarai felice».

Cosa importa l’età? Cosa importano i commenti della gente? Chiudete gli occhi e pensate per un istante a come vi sentite quando state con “lui”… il vostro cuore risponderà per voi…

Che abbia 10, 20, 30, 40 anni più di voi o meno di voi… amate!

ANONIMO

Ciao! Ho 19 anni e sto con un uomo di 62, bellissimo e con un fisico da urlo (fa palestra 3 volte a settimana e balla il tango).
L’ho conosciuto su Facebook e si è instaurata una relazione… preciso che quest’uomo era abbastanza famoso negli anni ’80, perché è un cantante londinese. Preciso inoltre di non stare con lui per un fatto di soldi, dal momento che non se la sta cavando bene economicamente.
A me piace, ci sto bene e insieme riusciamo davvero a parlare di tutto… quest’anno ad agosto lo andrò a trovare a Londra e davvero non so cosa accadrà.

Non è finita qui, perché da un po’ di tempo sento un’attrazione per un mio prof di 52 anni e non riesco a spiegare come possa succedere… sono innamorata del mio uomo, ma sono arrivata a sognare il mio prof in atteggiamenti un po’ “strani” con me… ora ho il suo numero di cellulare e ci scriviamo ogni giorno, parliamo del più e del meno e lui mi dice che non lo disturbo mai e che con me si trova bene a chiacchierare… cosa devo fare?

Aspetto le vostre risposte! Grazie!

VERO

Old but good

È simpatico trovarsi dall’altro lato della barricata e sentirsi presi in causa. Ebbene sì: mi trovo ad essere quasi il prototipo di uomo che ognuna di voi ha incontrato e raccontato nelle proprie storie. Sono un uomo di 56 anni, attraente , sportivo, fisico atletico, con un’attività autonoma alle spalle. Viaggio spesso, amo ballare con ogni genere musicale, anche se prediligo il latino-americano e la musica anni ’60/’70/’80. Sono super creativo, nonché un ottimo amante. Sono divorziato legalmente da tantissimi anni e ho due figlie, che ormai svolgono la loro vita da sposate.

Non so perché, ma sono sempre stato circondato da persone più giovani. Ho appena terminato una relazione di un anno e mezzo con una ragazza che ha 28 anni meno di me. Quello che posso dire (mia convinzione, basata su esperienze personali e su quelle di amici con i quali abbiamo parlato dell’argomento) è che, per diverse ragioni, queste storie hanno inizi favolosi, che si reggono in piedi solo su parametri emotivi, tra cui: il fascino della differenza di età; il fascino dell’esperienza segreta; il fatto che, quasi sempre, una persona adulta sa rispettare di più la sensibilità femminile, in particolare nel rapporto amoroso (sa tenere in considerazione i tempi della donna, conosce meglio le sue esigenze). Insomma, un uomo adulto sa essere un buon amante, è più aperto sessualmente, più educato, sensibile, sa sempre dove mettere il touch al momento giusto .

GP

Ho 18 anni e anche a me piacciono gli uomini più grandi, tranquillamente oltre i 40!
Mi piace la sicurezza delle persone mature, che compensa la mia, inesistente. Mi piace che un uomo mi dica «Tranquilla, mettiti nelle mie mani, ci penso io a te» e mi protegga, tutto lì.
Non credo sia una vera infatuazione, ma una semplice ammirazione. È il tipo di uomo che vorrei al mio fianco, dotato di quella sicurezza che è impossibile da trovare in un coetaneo.

Anonima

Ciao a tutti, ho 20 anni e da un bel po’ di tempo a me piacciono gli uomini più grandi di me…

Mi attraggono in modo particolare.

Da qualche tempo mi piace uno di 42 anni, ma lui non lo sa, forse a causa della timidezza che non mi lascia mai…. ? Vorrei dirglielo, ma non so come. Ogni volta che lo vedo il cuore va a tremila…! Come devo fare? Ormai gli uomini più grandi di me sono sacri, mi affascinano e mi rendono più sicura!

CHIARA

Vi ricordate che 2 anni fa scrissi di aver rifiutato un’uscita galante con un mio professore di 48 anni?
Beh, alla fine abbiamo ceduto tutti e due e altro che pranzo… sono 2 anni che stiamo insieme.
E non avete idea di come questi 2 anni siano stati i più belli di tutta la mia vita. Viviamo insieme da un anno e mezzo, con un cane e un gatto. Abbiamo intenzione di sposarci, non appena avrò finito gli studi.
Non è stato affatto facile dire ai miei della mia nuova storia, spiegare loro come io avessi lasciato il mio ex fidanzato di 30 anni, imprenditore, ricco e di buona famiglia (ma, credetemi, stronzo da morire) per un uomo meraviglioso di 48 anni.
Vi dico solo che mi hanno cacciata di casa e ho dovuto cercare un paio di lavori per potermi finire di pagare gli studi (sono in un’università privata e non è stato affatto facile).
Lui? Lui c’è SEMPRE stato in OGNI MOMENTO, perennemente al mio fianco.
È sempre stato ed è tuttora il mio primo tifoso: mi spinge a migliorarmi, parliamo tanto, tantissimo, di Noi e del nostro futuro e il tempo…
Il tempo pare essersi fermato. È tutto così bello che sembra un prodotto della mia immaginazione. Quindi accantonate il discorso dell’età, lasciate stare i pregiudizi e vivetevi le Vostre storie. Pensate a Colui che amate come a una persona UNICA e buttatevi a capofitto, che importa quanti anni abbiamo, l’importante è come viviamo questa nostra vita che è UNA e UNA SOLA. Cerchiamo dunque di ESSERE FELICI… il resto verrà da sé.

AISHWARYA RAI

Sono una ragazza di 18 anni, lavoro come cassiera in un supermercato.
È da un mese che ogni giorno un cliente si presenta alla mia cassa.
Il primo giorno lo guardai e mi dissi: “Mica male”. Ha un’età sui 50 anni, ben messo, sportivo. Il mio tipo.
Con il passare dei giorni, quando si presentava alla cassa, sentivo che mi inumidivo. Il mio corpo lo voleva, anche perché avevo notato che aveva un bel gonfiore nei pantaloni.
Ho provato di tutto: sorrisi, occhiolino, gli toccavo la mano quando gli davo il resto. Ma senza successo. Ho un bel corpo, la quarta di reggiseno, un viso carino, dunque non mi manca niente.
Sono tormentata, vorrei tanto fare sesso con lui. Vi chiederete perché non li cerchi della mia età: ho provato, ma senza godimento.
Amo gli uomini maturi.

Laura

Quando ti guarda il capo…

Finalmente ho trovato il modo per potermi sfogare anch’io. Onestamente sono contenta, perché pensavo di essere l’unica.
Da un paio di mesi provo una forte attrazione per un mio superiore… lui ha 54 anni, io solo 25. Ma la cosa più grave è che è il padre di un ragazzo con cui mi sono frequentata questa estate.
Ho sempre criticato gli uomini più grandi che provavano attrazione per le ragazzine, ma adesso che mi trovo nella situazione non so davvero come comportarmi.
I suoi sguardi, la sua voce, il suo modo di camminare… non faccio che pensare a lui e ogni volta che lo vedo a lavoro sembro una stupida…
Forse rimarrà solo un desiderio platonico, ma so soltanto che un timore ebete mi spaventa, perché non mi era mai capitato…
Davvero, non so come comportarmi…

Elisabeth

Io 25, lui 60. Lui è il mio titolare! Ha una posizione rispettabile, è benestante e separato. Ha lasciato la compagna con cui stava da 4 anni. Prima non concepivo che potesse corteggiarmi, in quanto io sono fidanzata. Poi mi sono innamorata e non per soldi, anche perché con lui condivido solo il lavoro e il letto. Niente vacanze e uscite lussuose, preferiamo non far sapere in giro di noi. Non tutti condividerebbero. Ho lasciato il mio fidanzato perché non mi dava ciò che mi dà lui. Il sesso è fantastico!!!! È attento a soddisfarmi a tutti i costi. I miei non l’accetterebbero, mia madre ha detto che posso andare via di casa…

Voi come fate? Tenete nascoste le vostre relazioni??

Anonima

E tu? Hai avuto relazioni con uomini da sogno più grandi di te?
Scrivi nei commenti la tua esperienza!

About the author

Commenta

By A_MAN
Tired of Boys? Try a Man!

A_MAN

Get in touch

Quickly communicate covalent niche markets for maintainable sources. Collaboratively harness resource sucking experiences whereas cost effective meta-services.